Pile ricaricabili a ioni di litio: Vantaggi, svantaggi e come allungarne la vita

Diversi prodotti della tecnologia moderna di uso quotidiano come cellulari e computer portatili necessitano di batterie leggere, ricaricabili e provviste di lunga durata per l’alimentazione dei dispositivi. Le esigenze presentatisi hanno portato allo sviluppo delle pile ricaricabili a ioni di litio, compatte e presentanti un’elevata densità di energia.

Funzionamento

Le pile ricaricabili a ioni di litio sono formate da un elettrodo positivo (catodo), realizzato in litio, collegato poi ad un elettrodo opposto negativo (anodo) costruito, invece, in carbonio. La ricarica delle pile avviene grazie al respingimento degli ioni (atomi dotati di carica elettrica) del catodo in litio verso il corrispettivo anodo in carbonio e il successivo rilascio genere la corrente utilizzata per alimentare i dispositivi. Sia la ricarica che la progressiva "scarica" delle pile si basano, quindi, su procedimenti chimici.

Vantaggi

Rispetto alla generazione di pile precedenti in nichel-cadmio, le pile ricaricabili a ioni di litio offrono vantaggi indiscutibili come minore ingombro e peso, una maggiore capacità di corrente ed un autoscarica (cioè la perdita di carica dovuta ad impurità nella batteria) sostanzialmente irrilevante (circa 1% al mese) se la pila non viene utilizzata. Inoltre, le pile ricaricabili in ioni di litio non soffrono di quello che viene definito "effetto memoria" caratteristico delle vecchie batterie al nichel, ossia la drastica perdita di capacità di ricarica quando questa viene effettuata solo parzialmente in maniera ripetuta (senza quindi aspettare il completo scaricamento).

Svantaggi

Il primo svantaggio è legato al litio, un metallo pericoloso e infiammabile, quindi le pile ricaricabili a ioni di litio possono essere soggette a esplosioni in caso di esposizione alle alte temperature o in presenza di cortocircuiti. Inoltre, anche se questo aspetto viene poco pubblicizzato, le pile ricaricabili a ioni di litio presentano una data di scadenza. Sostanzialmente queste batterie invecchiano dal momento in cui vengono prodotte, rendendo quindi necessario controllare sempre attentamente la data di produzione per evitare di trovarsi con batterie vecchie, magari ottenute sottocosto, e non più funzionanti.

Aumentare la durata delle pile a ioni di litio

Tuttavia, esistono diversi accorgimenti che possono essere presi per aumentare la durata di queste batterie. Innanzitutto, è consigliabile effettuare completamente la prima ricarica per ottenere la capacità massima e, successivamente, un ciclo di scarica completo andrebbe effettuato ogni 30 cicli di carica/scarica. Nonostante queste pile ricaricabili non soffrano di "effetto memoria" questo semplice accorgimento ne allungherà la vita. Inoltre, è bene ricordare che una pila ricaricabile a ioni di litio resta ben funzionante se viene usata spesso quindi, nel caso venga previsto di non utilizzarla per un certo periodo di tempo, sarebbe consigliabile conservarla in un luogo fresco, mai totalmente scarica e senza farle prendere polvere. Infine, tenendo presente che il principale nemico di queste batterie è il calore, andrebbe evitato di lasciare i dispositivi contenenti queste batterie sotto il sole. Una volta finita la ricarica, inoltre, è consigliabile staccare subito il caricabatterie. Altro utile accorgimento è quello di rimuovere la pila ricaricabile a ioni di litio se si è collegati ad una presa di corrente.