Categories

Come scegliere un investigatore privato per le indagini di sospetto tradimento

Sono tantissime le persone che, ogni giorno, sospettano che il coniuge le tradisca. Nel momento in cui ci si trova in tali situazioni, è necessario rivolgersi a un investigatore privato se si ha intenzione di passare dal dubbio alla certezza e di arrivare, eventualmente, a fare valere la propria posizione in sede giudiziaria.

Non importa che si parli di investigatore privato Roma o di professionisti attivi in altre città: quando si parla della scelta, ci sono diversi aspetti dei quali è bene tenere conto. Quali di preciso? Scopriamo assieme i principali nelle prossime righe.

 

Non fermarti all’aspetto economico

Pensare di rinunciare ai servizi di un investigatore privato in caso di sospetta infedeltà del partner per via dell’aspetto economico è sbagliatissimo. Il rischio infatti è quello di incorrere in reati come lo stalking o l’interferenza illecita nella vita privata. Nel momento in cui ci si trova davanti alla parcella di un professionista – per essere precisi, bisognerebbe parlare di studi – non bisogna quindi spaventarsi, ma considerarla un investimento per la propria serenità futura.

 

Non dimenticare l’aggiornamento

La professione dell’investigatore privato è estremamente complessa. Chi ha scelto questa strada deve rimanere sempre sul pezzo e farsi trovare pronto a frequentare corsi di aggiornamento relativi alle nuove tecnologie, ma anche agli aspetti prettamente giuridici. Una realtà che riporta sul sito informazioni in merito è di sicuro molto seria.

 

Empatia

L’inizio di un’indagine per sospetto tradimento non è mai una cosa piacevole per chi la richiede. Per questo, l’investigatore privato bravo deve essere una persona empatica, capace di far sentire il cliente a proprio agio fin da subito.

In alcuni casi, deve essere in grado di rifiutare l’incarico qualora dovesse rendersi conto che, alla base di tutto, non ci sono gli elementi per procedere. Forse non tutti sanno che la legge prevede la necessità, in caso di indagini per sospetto tradimento, di mettere in primo piano una connessione tra la condotta fedifraga e l’innescarsi di problemi nel rapporto. Dei sospetti generici nati da un giorno con l’altro non sempre rappresentano la base giusta per dare il via alle indagini.

 

Presenza online

Oggi come oggi, per la quasi totalità delle attività è fondamentale la cura della presenza online. Questo vale anche per gli investigatori privati. Nel momento in cui ci si trova a scegliere quello a cui affidare le indagini per un sospetto tradimento da parte del partner, è molto utile passare in rassegna i suoi spazi online. In primo luogo è bene che abbia un sito strutturato. Il mondo delle investigazioni private è caratterizzato da una concorrenza agguerrita e uno studio che sa il fatto suo considera il sito web un biglietto da visita fondamentale.

All’interno di questo spazio, è utile la presenza di un blog. I contenuti che lo popolano hano un duplice scopo. Da un lato aiutano a posizionarsi sui motori di ricerca e a farsi trovare a seguito dell’inserimento di keyword specifiche (quasi sempre localizzate). Dall’altro, sono degli strumenti di educazione del potenziale cliente. Servono, per esempio, a sfatare alcuni miti. Uno dei più diffusi è legato alla convinzione che l’investigatore privato possa utilizzare microspie o software per intercettare le conversazioni telefoniche o i contenuti di messaggistica privata. Agire così significa uscire dai binari della legalità e commettere reati. Un investigatore privato può effettuare appostamenti e fare riprese, ma solo in luoghi pubblici.

 

Presenza di una sede legale dell’attività

Quando si tratta di scegliere un investigatore privato serio per le indagini di sospetto tradimento, è fondamentale focalizzarsi solo su quelli che ricevono i clienti presso sedi legali. Mai e poi mai accettare colloqui conoscitivi presso bar o uffici di altre società che non c’entrano nulla con il mondo delle investigazioni.

By continuing to use the site, you agree to the use of cookies. more information

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close