Categories

Corso haccp: a cosa serve, in cosa consiste e di quanti moduli consta?

Chiunque abbia un’attività nel settore della ristorazione deve necessariamente, per distinguersi dai competitors, tutelarsi dal punto di vista legale e raggiungere un primato di eccellenza, garantire la giusta formazione ai suoi dipendenti: non solo costanti aggiornamenti e corsi di formazione ad hoc per restare sempre al passo con i cambiamenti imposti dal mercato, ma anche corsi di base atti a garantire nozioni indispensabili circa la sicurezza degli ambienti, dei clienti e la salubrità degli alimenti. Per tale ragione, sia che si lavori in un bar, sia che si lavori all’interno di un ristorante o di una mensa, è obbligatorio frequentare un corso haccp e conseguire il relativo attestato.

 

Corso haccp: a chi rivolgersi

 

Per frequentare un corso haccp e conseguire l’attestato è necessario rivolgersi a esperti del settore: online troverete moltissima offerta ma attenzione: non tutte le aziende sono uguali e, prima di firmare accordi, è necessario informarsi bene sia sulla reputazione e sulla serietà dell’azienda, sia sulla validità dei corsi e sulla reale utilità degli stessi. Per prima cosa, oltre ad affidarvi al classico “passaparola” di amici e colleghi, è necessario controllare sul web la lista delle aziende migliori in grado di offrire questo tipo di servizio: stilate un elenco e contattatele per richiedere un preventivo. Successivamente controllate recensioni e feedback online per capire chi fornisca il servizio con il migliore rapporto qualità prezzo. Chiedete poi un incontro conoscitivo in chi farete tutte le domande e le richieste del caso.

 

In linea di massima i corsi haccp hanno una durata di 4 ore per gli Addetti e di 8 ore per i Responsabili ma possono essere strutturati diversamente in base alle esigenze di ognuno; per esempio, vi sono molti lavoratori che non hanno la possibilità di frequentare corsi diurni e, soprattutto per quelli più brevi, è possibile strutturare una formula online. Per quanto concerne i vari moduli, invece, essi differiscono proprio come le ore in base al ruolo della risorsa. I moduli per gli addetti, per esempio, trattano temi come il sistema haccp, l’alterazione degli alimenti, il controllo delle temperature e la sua valutazione; invece i moduli per i responsabili sono orientati sulla normativa di riferimento, le nozioni generali di microbiologia, l’igiene del personale e l’igiene della distribuzione o della produzione.

Frequentare un corso haccp non è tuttavia sufficiente: oltre a conseguire l’attestato, che è necessario esporre sia in caso di assunzione, sia in caso di controlli, è necessario anche frequentare gli eventuali aggiornamenti che variano in base alla regione di provenienza. Per esempio in Lombardia, in Trentino e in veneto è consigliabile aggiornarsi ogni due anni, diversamente dalla Puglia e alla Liguria, regioni in cui l’aggiornamento va fatto ogni quattro anni.

 

Adesso non vi resta che informarvi a dovere e procedere con la prenotazione del corso haccp che più si confà alle vostre esigenze e che meglio si adatta alla attività che svolgete.

By continuing to use the site, you agree to the use of cookies. more information

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close