Categories

Come pulire le finestre e le persiane di legno

{CAPTION}

 

Quando ci ritroviamo a pulire a fondo la nostra casa una delle cose che dà più pensieri è la pulizia delle finestre e delle persiane di legno, per le quali solitamente ci si rivolge ad un’impresa di pulizie.

Le finestre e le persiane in legno sono le più utilizzate nelle abitazioni, soprattutto per una questione economica, ma presentano il grosso problema del deterioramento  e quindi vanno pulite con frequenza e con la massima cura.

Per fare un’ottima pulizia delle finestre dobbiamo per prima cosa trovare il materiale adatto che consiste in :

  • Spolverino e un panno
  • Un pennello
  • Detersivo
  • Prodotti specifici per il trattamento del legno

La prima cosa da fare quando ci si appresta a pulire le finestre e le persiane in legno è quella di spolverare con grande cura, facendo attenzione soprattutto alle piccole fessure presenti.

Dopo aver spolverato con cura  bisogna passare al lavaggio. Per prima cosa va riempito un secchio di acqua tiepida  a cui va aggiunto del detersivo, fondamentale per sgrassare ed eliminare tutti i residui di sporco. Dopo aver asciugato con cura la finestra utilizzate un prodotto specifico per il legno che serve per mantenerlo e soprattutto evitare il deterioramento eccessivo, infatti questi detersivi specifici tendono a formare una sorta di patina protettiva. Una volta finito questo trattamento prendete il pannello e applicate l’olio paglierino, un prodotto tipico per il legno che serve per dare lucidità alla finestra e persiane.

Questo è un procedimento molto lungo, infatti per far sì che funzioni  bisogna passare il pennello con molta pazienza rilasciando delle pennellate lineari e lasciando asciugare con cura, per evitare di rovinare tutto il lavoro fatto. .

Il lavoro di pulizia di finestre e persiane di legno va fatto almeno una  o due volte l’anno (in primavera o in estate), questo dipende da quante sono esposte alle intemperie e nel caso in cui questo sono molto consumate prima di passare alla pulizia è consigliabile rivolgersi ad un falegname per fargli fare una levigatura in modo che la pulizia risulti più lineare.

Le porte interne neccessitano una pulizia costante  visto che si trovano all’interno dell’abitazione,  quindi vanno lavate con cura usando il detersivo per i piatti o un buon sgrassatore,  che serve per dare una maggiore lucentezza ed eliminare le impronte delle mani. Una volta ogni due anni, per cercare di farle mantenere il più possibile,  conviene dare una mano di vernice.

Nel caso abbiate a che fare con delle finestre che riportano schizzi di vernice dovuti a dei lavori di pittura fatti in casa, per pulire potete utilizzare un diluente come l’acquaragia.

 

By continuing to use the site, you agree to the use of cookies. more information

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close