Categories

Quali sono le competenze di un RSPP e qual è il corso di formazione da seguire?

Con la sigla RSPP si intende il responsabile del servizio di prevenzione e protezione dei lavoratori di un'azienda, secondo l'articolo 32 del Decreto Legislativo 81/2008.
Questa figura professionale è l'individuo in possesso delle capacità e delle qualità per organizzare e coordinare la protezione e la prevenzione dai rischi, interni o esterni all'azienda, in cui incorrono il personale, i collaboratori e l'imprenditore stesso.

 

Una figura professionale di importanza vitale

In parole semplici, l'RSPP è la persona che prende in considerazione tutti i rischi all'interno dell'azienda ed escogita un piano per limitarli al massimo e prevenire qualsiasi pericolo o danno, fisico e morale.
Il titolare dell'azienda è l'unica persona che deve sostenere le spese per effettuare le disposizioni dell'RSPP.
Il responsabile del servizio di prevenzione e protezione collabora attivamente con il datore di lavoro, con il medico associato dell'azienda e con il rappresentante dei lavoratori, in modo da generare una sinergia proficua ed efficace. Con un corso rspp è possibile intraprendere un viaggio formativo per divenire delle figure professionali fondamentali nel mondo del lavoro contemporaneo: un lavoro in continua evoluzione, dinamico e sempre a contatto con la gente.

 

Qual è la competenza di un RSPP e quali i suoi doveri?

Prima di tutto è necessario chiarire che la responsabilità ricade sul rspp ogni qualvolta accada un incidente o un inconveniente che non è stato previsto o prevenuto dalla figura stessa. La colpa ricade anche nei confronti del titolare e del medico competente con cui lavora in stretta sinergia. In secondo luogo, qual è la formazione che deve avere un RSPP? Come primo requisito deve essere in possesso almeno del diploma di scuola media superiore e frequentare un corso di studi, come ad esempio quello proposto dalla Formazione Suprem che mette a disposizione corsi online di formazione professionale, consulenza sul lavoro e Haccp.
L'azienda è l'opportunità giusta per ottenere la licenza di RSPP, seguendo comodamente i corsi online da casa, seguiti e sostenuti da un team di tecnici e docenti esperti nel settore. Una valida alternativa per sfruttare il lockdown in modo utile ed intelligente.

 

Tutti i corsi per diventare un esperto RSPP

Per diventare delle figure professionali esperte, è necessario frequentare un corso rspp che in genere si distingue in tre rami:

  • Corso di formazione datore di lavoro RSPP a rischio basso: si tratta di aziende e attività che fanno parte del terziario, del commercio, delle pulizie, dell'artigianato, del turismo, di studi professionali (grafici, architetti, creativi) e dei commercianti ambulanti.
  • Corso di formazione datore di lavoro RSPP a rischio medio: con questa categoria si intendono le attività di agricoltura e pesca, trasporti, magazzinaggio, pubbliche amministrazioni.
  • Corso di formazione responsabile RSPP a rischio alto: Infine, in questo settore rientrano tutte le attività e le imprese edili, alimentari, metalmeccaniche, siderurgiche, tessili, sanitarie e mediche, manifatturiere (come le concerie e le pelletterie). Inoltre, si parla di imprese a rischio alto quando si tratta di organizzazioni concerti, montaggio palchi e strutture fieristiche.

Ogni campo ha un proprio appannaggio e delle regole, per questo motivo ogni corso è personalizzato a diventare RSPP specializzato.

 

Quali sono le aziende obbligate ad assumere un RSPP?

Il Responsabile dei Servizi di Prevenzione e Protezione è una figura professionale necessaria per tutte le aziende e le imprese (grandi, piccole e medie) che rispettano il decreto legislativo 81/08, oltre che l'aggiornamento sull'ultimo accordo tra Stato e Regioni.
Un corso di formazione rspp è obbligatorio per ottenere il rilascio dell'attestato idoneo, un documento che tutela gli imprenditori e i datori di lavoro da multe, gravi sanzioni e contrattempi legali.

Ma quali sono le aziende obbligate ad assumere un responsabile dei servizi di prevenzione e protezione?
Sicuramente quelle soggette a pericolo medio alto, come ad esempio tutte le industrie tessili, siderurgiche, meccaniche ed elettroniche, ma anche pelletterie e concerie che utilizzano macchinari industriali.
Il responsabile dei servizi di prevenzione e protezione, oltre ad assicurare un ambiente salubre e protetto per operai e manodopera, deve periodicamente agevolare i controlli di manutenzione dei macchinari e delle strutture adibite.
La stessa cosa vale per le aziende a basso rischio, come il commercio, il terziario, il turismo, l'artigianato, la ristorazione e le pulizie.
In questo ultimo settore il rspp deve essere particolarmente meticoloso, perché le imprese di pulizie sono un organo fondamentale in questo periodo di grave emergenza sanitaria.

 

Rspp ai tempi del Covid

Concludiamo parlando di un argomento molto delicato, ovvero della situazione di pandemia che stiamo affrontando da quasi un anno.

In un periodo in cui aziende e imprese si ritrovano a chiudere o stanno tra una morsa che taglia ore ed ore di produttività, la sola ancora di salvezza è garantire tutte le norme di sicurezza per un ambiente di lavoro sicuro e salubre.
È tra i compiti più gravosi e importanti di un RSPP quello di veicolare l'acquisto di strutture di sanificazione automatica, di controllo e misurazione della temperatura, e di monitorare operai e collaboratori del personale per un corretto rispetto delle norme di distanziamento sociale e di prevenzione.

By continuing to use the site, you agree to the use of cookies. more information

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close